Concorso “120 seconds”: il 24 novembre la finale interregionale

Concorso “120 seconds”: il 24 novembre la finale interregionale

Lun, 30/10/2017 - 15:18
Posted in:

Parteciperanno anche tre imprenditori altoatesini

BOLZANO Prodotti bio per allergici, un impianto hi-tech per la spillatura di bevande e chewing gum alla caffeina: queste le tre idee di business che hanno convinto la giuria del concorso “120 seconds” nel quale ogni team aveva a disposizione 120 secondi per presentare la propria idea.

Le tre idee vincenti sono tutte del settore food & beverage. Valentina Moling di Brunico ha inventato la ricetta per dei prodotti da forno biologici a prova di intolleranti e allergici, senza zucchero né glutine e arricchiti con alimenti supernutrienti, i cosiddetti “super-food”. Il bolzanino Luca Quaglia ha invece inventato un impianto per la spillatura di bevande hi-tech, con funzioni quali per esempio la visualizzazione in real time dati di impianto la connessione su web e su mobile o le notifiche via app malfunzionamento. Il brissinese Maicol Verzotto, infine, oltre che tuffatore di successo, ha anche fondato la start-up “Functional Gums” – attualmente ospitata all’Incubatore d’imprese di IDM - che sviluppa chewing gum alla caffeina e alle vitamine.

Insieme a Maicol Verzotto, Luca Quaglia, e Valentina Moling, altre sei idee provenienti da Trentino e Tirolo si sfideranno il 24 novembre a Innsbruck durante lo “Start-up Festival”: in palio un viaggio nella Silicon Valley statunitense, luogo votato all’imprenditoria innovativa per eccellenza, dove potrebbero ricevere dalla viva voce di “chi ce l’ha fatta” preziosi consigli. L’iniziativa punta a sviluppare la community a livello Euregio che gravita intorno alle start-up ed è promossa dalle tre agenzie che nell’Euregio si occupano dello sviluppo economico: IDM, Standortagentur Tirol e Trentino Sviluppo.

Credits
IDM/Martina Jaider