Tecnologia, la Galleria di Base del Brennero incontra la realtà virtuale

Tecnologia, la Galleria di Base del Brennero incontra la realtà virtuale

Gio, 14/12/2017 - 18:14
Posted in:

La startup Realer, insediata nell’Incubatore d’imprese IDM, ha ideato un progetto di realtà virtuale che permette di visitare la Galleria di Base del Brennero senza metterci piede.

BRUNICO Indossare un visore e girare per la galleria senza dover fare un solo passo: è quello che permette l’applicazione di realtà virtuale disponibile presso l’Infopoint BBT di Fortezza. Il programma di visita inizia con un tour aereo sulle Alpi e una presentazione delle sfide che la costruzione della BBT, la Galleria di Base del Brennero, dovrà affrontare in campo geologico; poi dal cantiere di Mules si procede – sempre virtualmente – fino alla galleria principale del traforo. «Con la nostra applicazione di Virtual Reality si può assistere da vicino a una perforazione o a un brillamento, cosa che nella realtà sarebbe parecchio pericolosa», spiega Bruno Mandolesi, amministratore delegato della startup Realer. Inoltre chi indossa il visore può osservare nei dettagli la macchina perforatrice lunga 200 metri e alta 9 e provare l’emozione di un viaggio a 250 chilometri all’ora nel tunnel completato. La visita virtuale dura circa sei minuti e può essere effettuata in italiano, tedesco e inglese.

Realer ha sedi a Brunico, Berlino e Londra. Fondata nel settembre del 2016, è una delle 26 startup seguite dall’Incubatore d’imprese IDM. Il suo core business è lo sviluppo di “esperienze di branding emozionali” attraverso Virtual Reality, Augmented Reality e Mixed Reality.

Credits
Realer