Bonus ristrutturazione: un riepilogo

Bonus ristrutturazione: un riepilogo

Mer, 18/04/2018 - 14:28
Posted in:

Lo Stato prevede una detrazione fiscale del 50 % per le spese sostenute per interventi di risanamento delle abitazioni.

ALTO ADIGE Fino al 31 dicembre i proprietario di immobili possono richiedere il bonus ristrutturazione, una detrazione fiscale del 50 % per le spese sostenute per interventi di risanamenti edilizi. La detrazione deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo. L’importo massimo di spesa per unità immobiliare e intervento edilizio sono 96.000 euro. Dal 1 gennaio 2019 la detrazione fiscale verrà diminuita al 36 %.

L'agevolazione è concessa per l'eliminazione di barriere architettoniche, la bonifica dell’amianto, per prevenire atti vandalici, riparare impianti insicuri, realizzare posti auto oppure opere volte a evitare sprechi o infortuni domestici. Oltre all'esecuzione dei lavori è possibile anche considerare le spese per la progettazione e l'acquisto dei materiali. Per chi esegue i lavori in proprio ha solo diritto alla detrazione delle spese di acquisto dei materiali utilizzati.

È possibilie anche usufruire di una detrazione del 50 % per l'acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici destinati ad arredare immobili oggetto di ristrutturazione. Non sono agevolabili acquisti di porte, tende o pavimentazioni. Esiste inoltre una detrazione di imposta fino al 85 % per le spese sostenute per adottare misure antisismiche. L'edificio deve però essere situato nelle zone sismiche 1, 2 o 3. Chi possiede o detiene un immobile può inoltre usufruire di una detrazione Irpef del 36 % per un massimo di 5 mila euro sulle spese nel 2018 per la creazione e riqualificazione di aree verdi.

 

Credits
Pixabay