“Corri di meno, vivi di più!”

“Corri di meno, vivi di più!”

Lun, 23/04/2018 - 11:50
Posted in:

Il messaggio della campagna lanciata da IPL, Istituto Promozione Lavoratori, e INAIL, l’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro.

BOLZANO Ai due istituti partner IPL e INAIL preme molto che in Alto Adige si lavori bene, in particolare per quanto riguarda la prevenzione degli infortuni e l’equità sociale. Con il loro monito “Corri di meno, vivi di più” i due istituti vogliono trasmettere agli occupati in Alto Adige quanto sia importante porre attenzione alla salute sul posto di lavoro – alla propria e a quella degli altri.

Nei mesi scorsi l’IPL ha pubblicato una serie di ricerche sulle condizioni di lavoro in rapporto agli altri Paesi europei e ha evidenziato come la grande maggioranza degli occupati in Alto Adige si dica soddisfatta o molto soddisfatta delle proprie condizioni di lavoro e del proprio stato di salute. Tuttavia, l’Indagine europea EWCS sulle condizioni di lavoro, svolta dall’IPL, documenta con dati concreti anche aree problematiche e carichi eccessivi.

Secondo l’IPL l’Alto Adige è al primo posto, rispetto ad Italia, Austria, Germania e Svizzera, per condizioni di lavoro psichicamente logoranti, dovute ad esempio all’alta pressione per le scadenze (per il 35% sempre o spesso), l’alto ritmo di lavoro (per il 44% sempre o spesso) o giornate lavorative eccessivamente lunghe (per il 18% almeno 6 giorni al mese). Inoltre, condizioni di lavoro fisicamente logoranti come forte rumore (28%), vibrazioni di strumenti o macchinari (24%), temperature alte (28%) o basse (24%) o l’inalazione di polveri, fumo e gas di scarico (14%), sono più comuni tra gli occupati altoatesini che nei Paesi confinanti.

Credits
AFI/IPL