Il nuovo palazzo della sanità prende forma

Il nuovo palazzo della sanità prende forma

Gio, 06/09/2018 - 15:16
Posted in:

La Giunta provinciale esprime il suo consenso verso il PPP per il nuovo palazzo della sanità in via Gamper. Il nuovo edificio ospiterà gli uffici della Ripartizione mobilità, dell’Azienda sanitaria e della Federazione per il sociale e la sanità, garantendo un risparmio di oltre 2 milioni all’anno sugli affitti.

BOLZANO Il progetto di public-private partnership (PPP) per l’edificazione del palazzo della sanità inizia a dare i suoi frutti. Martedì scorso (4 settembre) il presidente Kompatscher si è detto favorevole sulla fattibilità tecnico-economica del nuovo immobile, che verrà realizzato ai Piani di Bolzano in via Gamper, nella zona dove attualmente è collocato il Palazzo provinciale 12. Esso accoglierà nella sua struttura alcuni uffici della Ripartizione mobilità, 8 sedi di servizio dell’Azienda sanitaria, diversi servizi della Federazione per il sociale e la sanità, oltre che alcuni uffici del Consiglio provinciale.

Sebbene verrà emesso un regolare bando per far sì che altre aziende abbiano la possibilità di presentare una loro pianificazione alternativa, quella realizzata dalla ditta Projektbau srl è attualmente la favorita in gara. Oltre ad essere la proprietaria del terreno in questione, Projektbau ha disegnato una planimetria da 52,12 milioni che garantisce un ritorno economico annuale di circa 2,12 milioni come risparmio sugli affitti degli uffici, i quali verranno trasferiti dalle loro attuali collocazioni. Basti pensare che il solo spostamento dei servizi sanitari prescelti creerebbe un risparmio annuale di circa 700.000€, così come si taglierebbero i costi di locazione del Reparto mobilità all’interno della Funivia del Renon (all’incirca 170.000€ all’anno).

Il palazzo della sanità verrà realizzato in 3 anni, mentre la concessione durerà 20 anni in totale, periodo in cui l’impresa vincitrice del bando dovrà occuparsi delle manutenzioni ordinarie e straordinarie, della gestione dei posti auto e di tutte le altre aree attinenti all’edificio, assumendosi qualsiasi tipo di rischio locativo. Al termine della concessione, il palazzo passerà in mano alla Provincia di Bolzano.

Credits
Ipa