Mobilità green, in arrivo altre vetture per STA e SASA

Mobilità green, in arrivo altre vetture per STA e SASA

Lun, 29/10/2018 - 12:04
Posted in:

In programma l’acquisto di nuovi mezzi di trasporto ecosostenibili da destinare alle aree di Merano e della val Venosta. 67 milioni per 7 treni e 5 bus elettrici, di cui il Ministero dei trasporti finanzierà il 7%.

Saranno sette treni e cinque bus ad ampliare la scuderia di vettori a zero emissioni destinati al trasporto pubblico locale, per un investimento totale di 67,36 milioni. Per quanto concerne i mezzi su rotaia, il fondo di sviluppo e coesione (FSC) 2014-2020 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha disposto la somma di 3,7 milioni per l’acquisto del primo convoglio, da collocare sulla ferrovia della Val Venosta. Inoltre, i cinque bus elettrici destinati alle zone urbane di Bolzano e Merano — che costeranno complessivamente 3,63 milioni — verranno acquistati con il contributo di altri 924.000€ provenienti dallo stesso FSC. Si tratta di finanziamenti che puntano a creare un sistema efficace di infrastrutture e servizi di trasporto, in quanto “elemento chiave per una crescita economica intelligente, sostenibile e inclusiva”.

I sette locomotori in questione fanno parte del progetto di elettrificazione della Val Venosta, approvato il 16 dicembre 2014 dalla Giunta provinciale. La ferrovia della Val Venosta era rimasta l’unica tratta altoatesina ad impiegare treni con motore a diesel. Con il passare degli anni si è però osservato un forte aumento del numero di passeggeri (circa 2 milioni all’anno), causa di diversi disagi sui tempi di percorrenza e sull’intasamento dei vagoni. A sommarsi, l’impatto ambientale della combustione del gasolio, che ha reso necessario il finanziamento dell’elettrificazione della linea, valutato in precedenza sia costoso che altamente complesso. I lavori procedono spediti: gli ingegneri di STA prevedono la conclusione del progetto entro il 2020.

“Grazie a questo investimento - ha sottolineato Kompatscher - sarà possibile garantire collegamenti diretti fra Innsbruck e Malles, migliorando in maniera sensibile il collegamento transfrontaliero su rotaia". In futuro, infatti, potranno circolare in Alto Adige anche i 6 nuovi treni Talent acquistati dal Land Tirolo. La Provincia di Bolzano e il Land Tirolo nel 2013 avevano sottoscritto un'intesa per il miglioramento dei collegamenti ferroviari, e già l'anno successivo erano stati previsti 2 collegamenti diretti, in entrambe le direzioni, tra Bolzano e Innsbruck. Secondo il nuovo modello di orario, che sarà operativo dal 2021, l'elettrificazione della linea della Val Venosta renderà possibile il cadenzamento orario nella tratta Malles-Bolzano-Innsbruck.

Anche la Svizzera sembra essere interessata al progetto: giovedì scorso una delegazione di tecnici delle Ferrovie Federali Svizzere ha visitato il complesso della stazione di Marlengo, esprimendo il suo interessamento verso il concetto complessivo di mobilità altoatesino. I tecnici delle FFS stanno realizzando la nuova galleria ferroviaria Ceneri nel Canton Ticino che, una volta ultimata, probabilmente per fine 2020, fungerà da collegamento da sud con la galleria del Gottardo.

Credits
USP