Febbraio 2018

Ecco le dieci finaliste del Civil Protect Protect Startup Award

BOLZANO Saranno presentate in occasione di Civil Protect, dal 23 al 25 marzo 2018 a Fiera Bolzano, le dieci startup che si contenderanno il premio dal valore complessivo di 8mila euro. Un premio in realtà l’hanno già vinto: esporranno i propri prodotti all’interno dello Startup Village durante Civil Protect 2018, a Fiera Bolzano. Ecco chi sono le dieci finaliste:

Ricerca, presentato il pacchetto di misure della Provincia

ALTO ADIGE «L'Alto Adige vuole e deve recuperare posizioni nell'ambito della ricerca, perché siamo in ritardo, sotto la media europea e dietro i nostri vicini confinanti. Per questo la Giunta provinciale a dicembre ha deciso di sostenere e ampliare l'attività di ricerca locale con nuove misure», ha spiegato il Presidente della Provincia Arno Kompatscher.

Microtec rileva la finlandese FinScan

BRESSANONE Accanto alla svedese WoodEye, l'azienda high-tech Microtec ha rilevato un'altra azienda leader che produce scanner per il legno: FinScan Oy attiva in oltre 20 paesi con i mercati chiave Finlandia e Russia e un fatturato di circa 7 milioni di euro nell'ultimo anno finanziario. Con questa operazione Microtec continua la sua espansione e rafforza la propria attività nel mercato degli scanner e delle soluzioni di ottimizzazione per l'industria della lavorazione del legno.

Spesa, Trentino-Alto Adige resta la regione più cara d'Italia

ALTO ADIGE A causa dei rincari dei prezzi al consumo la famiglia tipo residente in Trentino-Alto Adige nel 2017 ha subito un rincaro medio annuo di 701 euro. È quanto emerge dall'elaborazione di Codacons, l´associazione in difesa dei diritti dei consumatori e dell'ambiente, su dati Istat relativo al caro-spesa in Italia. Se in Italia l'inflazione media è stata pari al +1,2%, in Trentino-Alto Adige i prezzi di beni e servizi sono cresciuti fino all’1,9%.

Impulsi Vivi: tutto pronto per la prossima fase

BOLZANO Dopo sei workshop tematici sono state selezionate per la seconda fase di Impulsi Vivi, il percorso di incubazione promosso dall'Ufficio provinciale Politiche Giovanili della Ripartizione Cultura Italiana e realizzato da Irecoop, le idee che saranno trasformate in imprese: fra queste Artikult, un Pop-up store viaggiante che dà la possibilità ai creativi di vendere i loro prodotti affittando un box che si sposterà in location diverse, una linea di giochi educativi per ragazzi sulla tematica dell’energia di Matteo Giacon e il progetto LeMuRE di Federico Campana e David

A ridotto o a basso contenuto di zuccheri: ecco le differenze tra le varie diciture

ALTO ADIGE Il regolamento europeo relativo alle indicazioni sulla salute disciplina le diverse diciture riguardanti il contenuto di zuccheri negli alimenti ovvero l’aggiunta di zuccheri. Secondo il CTCU l’indicazione “senza zucchero” è consentita se un prodotto contiene al massimo 0,5 grammi di zuccheri per 100 grammi o 100 millilitri. “A basso contenuto di zuccheri” è invece la dicitura consentita per un prodotto se contiene al massimo 5 grammi di zuccheri per 100 grammi (alimenti solidi) o al massimo 2,5 grammi di zuccheri per 100 millilitri (alimenti liquidi).

Innovazione: apre le porte il fablab di unibz

BOLZANO Si può immaginare un fablab alla stregua di un laboratorio aperto e, con il BITZ, l’ateneo altoatesino ne ha allestito uno nel cuore della città. Sarà soprattutto la produzione digitale il focus dell’officina di via Rosmini: uno spazio di 300 m2, di fianco al campus bolzanino, dove in futuro studenti, ricercatori, maker ma anche semplici cittadini spinti dalla curiosità potranno realizzare i loro progetti su diverse tipologie di macchine.

Il 16 % delle famiglie altoatesine vive in povertà reddituale

ALTO ADIGE Nonostante un mercato del lavoro e un livello occupazionale in crescita e un elevato clima di fiducia dei lavoratori, la ricchezza prodotta in Alto Adige non arriva in tutte le tasche dei lavoratori, perché un'occupazione non è un'assicurazione contro la povertà. Infatti in Alto Adige il 16 % di tutte le famiglie vive in povertà reddituale nonostante almeno un componente sia impiegato.

FSE: disponibili contributi per la formazione

ALTO ADIGE Le aziende hanno tempo fino al 5 marzo per richiedere un contributo FSE per la formazione dei dipendenti assunti in Alto Adige. I corsi - che si svolgeranno durante il tempo di lavoro - coprono per esempio la vendita, la comunicazione, la sicurezza, la privacy o l'apprendimento della lingua inglese. Il progetto può durare per un massimo di mille ore. Viene raccomandato di presentare le domande tempestivamente, dato che il concorso potrebbe richiedere fino a sei mesi. Anche i docenti non dovranno essere prenotati all'ultimo.