Edilizia, in crescita il mercato altoatesino e la fiducia degli imprenditori

Edilizia, in crescita il mercato altoatesino e la fiducia degli imprenditori

Mer, 13/12/2017 - 11:40
Posted in:

È quanto emerge dall’edizione autunnale del Barometro dell’economia dell’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano.

ALTO ADIGE Secondo il Barometro dell’economia dell’IRE l’89 percento delle imprese nell'edilizia altoatesina valuta soddisfacente la redditività conseguita nel 2017 e il 94 percento esprime ottimismo in vista del 2018. Il ritrovato ottimismo nel settore dell’edilizia è dovuto soprattutto alla crescita del mercato altoatesino, mentre il giro d’affari realizzato con la clientela fuori provincia è rimasto sui livelli dello scorso anno. Nel complesso, quasi un terzo delle aziende segnala un incremento di fatturato e anche i prezzi di vendita sono aumentati. Le previsioni degli operatori per il 2018 sono altrettanto positive e si ritiene che i fatturati continueranno a crescere.

Il quadro generale in cui le imprese si trovano ad operare viene considerato dagli operatori del settore decisamente più favorevole rispetto agli anni passati. Nel 2017 l’incremento dei costi è stato relativamente limitato e ciò ha permesso alle imprese di restare competitive. Anche l’accesso al credito è andato migliorando.

La crescita degli ordinativi ha inoltre sostenuto l’occupazione. Nei primi dieci mesi del 2017 il numero di lavoratori dipendenti nell’edilizia altoatesina ha mediamente superato le 16.200 unità, con un aumento del 5,1 percento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Secondo gli imprenditori intervistati, la crescita occupazionale dovrebbe proseguire anche l’anno prossimo.

Tra il comparto della costruzione di edifici e quello delle opere di ingegneria civile non emergono differenze significative riguardo al clima di fiducia. Il maggiore ottimismo si riscontra tra le imprese che si occupano dei lavori di impiantistica e di completamento dei fabbricati: oltre un quinto di esse ha conseguito una “buona” redditività nel 2017 e conta di ottenere un risultato altrettanto positivo anche nel 2018.

 

Credits
Pixabay