Imprese

Bio in crescita in Alto Adige

BOLZANO La produzione biologica si conferma in Alto Adige e in Italia un settore in forte crescita. Nel 2016 le superfici coltivate con metodo biologico in Italia sono aumentate del 20 percento, secondo il rapporto “Bio in cifre 2017” prodotto dal Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica (SINAB) rilasciato a ottobre. Anche per l’Alto Adige si parla di un incremento del 20 percento, con più di 1400 ettari di terreno agricolo convertiti al biologico nel 2016 nella Provincia di Bolzano e 252 nuovi operatori del settore.

Lvh.apa: «Incentivi alle imprese: conferma importante»

ALTO ADIGE Nel 2017 l’interesse per gli incentivi agli investimenti aziendali si è rivelato molto elevato: fino al 31 luglio sono state presentate complessivamente 564 richieste, un terzo delle quali provenienti da ditte artigiane altoatesine. «L’elevata richiesta dimostra che le ditte artigiane continuano a fare affidamento sui contributi provinciali», ha sottolineato il presidente di lvh.apa Gert Lanz.

Business & Cooking, l’iniziativa di CNA-SHV dedicata alle imprenditrici

BOLZANO Lunedì (6 novembre) si è tenuta a Bolzano un’iniziativa presso la scuola di cucina Condito dedicata alle imprenditrici artigiane e delle piccole e medie imprese. L’evento, un corso di cucina con degustazione al tavolo, è stato organizzato dal Comitato CNA Impresa donna del Trentino-Alto Adige, un raggruppamento di interesse all’interno dell’Unione provinciale degli artigiani e delle piccole imprese (CNA-SHV), nato per sostenere l’imprenditorialità femminile.

Gottfried Schgaguler è il nuovo presidente della CTA

BOLZANO Il nuovo presidente della Cassa Turistica dell’Alto Adige (CTA) è Gottfried Schgaguler, già vicepresidente dell’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti (HGV). Come vicepresidente è stato eletto Remigio Servadio dell'UILTUCS Trentino Alto Adige/Südtirol UIL/SGK). È stato rinnovato anche il consiglio d’amministrazione della Cassa Turistica nel quale fanno parte Ulrike Egger (Fisascat SGBCISL), Tony Tschenett (ASGB), Antonella Costanzo (Lhfd-Filcams Agb-Cgil), Heinrich Dorfer, Alfred Strohmer e Hannes Gamper.

Le aziende altoatesine in numeri

ALTO ADIGE Dallo studio dell'ASTAT sulla situazione delle imprese in Alto Adige con riferimento ai dati del 2015 emerge che la maggior parte delle aziende sono attive nei settori commercio, trasporti e alberghi (40,9%), altri servizi (36,6%) e costruzioni (12,3%). Il 43,7% dei dipendenti lavora nei settori commercio, trasporti e alberghi, il 26,2% negli altri servizi, il 19,5% nell’industria e il 10,7% nelle costruzioni. Nelle aziende altoatesine lavorano in media 4,3 persone e nell'industria sono invece mediamente 8,3 addetti.

Aumentano gli agriturismi in tutta Italia

ALTO ADIGE Nella Provincia di Bolzano la presenza di aziende agrituristiche è molto radicata e consistente. Se ne contano 3.180. Come rivela l'ultima indagine dell'ISTAT, i cui dati si riferiscono al 2016, tra gli agriturismi italiani localizzati in montagna quasi la metà è nella regione Trentino-Alto Adige (49,8%). L’offerta in Alto Adige riguarda principalmente il solo pernottamento (1.828 unità, pari al 67,5% del totale provinciale) e la sola ristorazione con 215 strutture.

Aumentano i giovani interessati a svolgere tirocini estivi

ALTO ADIGE Oltre un terzo dei giovani altoatesini svolge in estate un tirocinio formativo e il numero è aumentato costantemente negli anni: Quest’anno l’esperienza ha interessato 6.236 studenti. L’anno scorso invece 6.056 e nel 2015 mille in meno. È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio del mercato del lavoro. La scorsa estate 3.538 studenti (il 57 % di tutti i praticanti) hanno svolto per la prima volta un tirocinio.